Soldi… sempre e solo per soldi


Punto il dito contro quella buona, brava e generosa persona della tedesca Carola Rackete, la comandante di Sea Watch 3 e la Gip agrigentina Alessandra Vella che ha ordinato di scarcerarla, ora sotto inchiesta del CSM per quello che vale.

“Essere o non essere” Si fa o no si fa…
Dunque… se il ladro è simpatico, carino, un bel ragazzo di sinistra, lo lasciamo andare, mentre la legge si applica solamente se la persona è brutta, antipatica e di destra…”.

“Questa nobile signora tedesca era forse lì per caso con la sua barca?
O ci è andata deliberatamente per prendersi i migranti, in pratica alleata coi trafficanti che li hanno messi a bordo delle barche?
In tacita alleanza con i futuri sfruttatori di questi immigrati.
Questa è una tacita congiura“.

“Mi è venuta un’idea:
invece di arrivare a Fiumicino col mio passaporto, voglio entrare senza passaporto, e portandomi dietro un intero orfanotrofio di bambini.
Potrò entrare senza far vedere il passaporto e magari qualche organizzazione non governativa mi darà pure dei soldi…”.

Come l’onorevole Gino Strada,
“È interessato all’umanità solo dove ci sono le telecamere, i giornalisti, dove sei fotografato.

Sei il grande eroe, sei andato a Bongo Bongo e hai salvato qualcuno con i soldi degli altri, facendo la cresta come sempre.
Se invece vai a casa tua, aiuti i poveretti?, la signora che non riesce a salire le scale?, se vuoi aiutare queste persone, non c’è ne la stampa e ne i soldi e quindi non lo fai onorevole approfittatore.

Chi va ad aiutare solamente gli esotici stranieri, non lo fa per ragioni umanitarie ma solo per soldi, tanti soldi.

gm


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *